Preservare le proprie articolazioni Ŕ importante.

Oggi i nutraceutici ci vengono in aiuto.
Per mantenere un sano benessere delle proprie articolazioni nel tempo prima occorre partire da una sana alimentazione.

 

Con il termine articolazione si fa riferimento ad un complesso di struttura che mantiene in contiguità due o più superfici ossee. Le articolazioni possono essere mobili (come ginocchio, polso, spalla, gomito, caviglia ed anca), semi-mobili (come la colonna vertebrale) oppure fisse (come le ossa del cranio e del bacino.)

Quali sono i problemi più frequenti cui vanno incontro le nostre articolazioni?


Il dolore articolare

I rumori articolari sono la conseguenza di uno sfregamento anomalo dei capi ossei all'interno delle articolazioni.
Spesso oltre al rumore generato dallo sfregamento si associano altri sintomi quali dolore e gonfiore, arrossamento della pelle della zona interessata, difficoltà di movimento e rigidità. Oltretutto il rumore articolare può essere conseguente ad un trauma subito dalla stessa.


Artrosi

L'artrosi è un'alterazione degenerativa a carico di una o più articolazioni ed è caratterizzata da lesioni progressive della cartilagine articolare e dell'osso provocando una limitazione funzionale.
La cartilagine permette lo scorrimento tra due ossa e consumandosi ne genera la frizione diretta provocando dolore e rimodellamento anche dei legamenti.
L'artrosi viene definita primaria quando ha cause sconosciute ma può anche essere secondaria ad eventi traumatici o patologie.
Le zone più colpite sono principalmente le ginocchia, le piccole articolazioni delle mani e la colonna vertebrale.


Tendinopatie

Per tendinopatia si intende la lesione dei tendini, ossia tessuti che legano i muscoli alle ossa e che sono più sensibili al sovraccarico funzionale, specie se si pratica sport.
Con l'avanzare dell'età il tendine è sottoposto ai primi cambiamenti degenerativi, dovuti alla carenza di collagene oltre che all'usura.
La tendinopatia può essere:
- acuta, di conseguenza ad un lavoro eccessivo o ad una scarsa elasticità del tessuto
- cronica, causata dalla ripetizione di determinati movimenti.
Vi sono comunque alcune condizioni che favoriscono le tendinopatie come ad esempio squilibri di forza, età avanzata, sovrappeso, patologie genetiche.
I sintomi delle tendinopatie acute (tendiniti) sono scanditi da infiammazione e dolore; diversamente quelle degenerative (tendinosi) presentano una degenerazione del tessuto tendineo e risultano asintomatiche per cui complicate da individuare.


Quale ruolo possono avere gli integratori e quali caratteristiche generali dovremmo pretendere?

I Nutraceutici giocano un ruolo fondamentale per il benessere delle articolazioni perché contengono sostanze che contribuiscono al loro corretto funzionamento ed alla loro integrità.
Scegliere il miglior integratore è una questione di salute ed è per questo motivo che farmaciaitalia ti propone solamente i migliori integratori, prodotti con rigore scientifico e da case farmaceutiche certificate.
Grazie ad una ricerca scientifica sempre più efficiente, oggi gli integratori ci offrono grandi vantaggi in termini di sicurezza ed efficacia.

Tra i prodotti raccomandati spiccano:
- la curcumina: polifenolo, possiede una nota attività antinfiammatoria alla quale si aggiungerebbero proprietà anticataboliche e antiossidanti, qualità che permetterebbero un buon controllo del dolore in questa tipologia di pazienti
- l’estratto di Boswellia serrata: si è dimostrato un potente inibitore della 5-lipossigenasi permettendo non solo un buon controllo del dolore, ma anche un certo miglioramento sugli score di stabilità
- il picnogenolo, che ha dimostrato di migliorare il controllo del dolore e ridurre la disabilità tramite l’inibizione delle metalloproteinasi
- il metilsulfonilmetano: nonostante la ridotta letteratura disponibile, ha dimostrato proprietà antinfiammatorie attraverso un trial clinico randomizzato controllato in osteoartrosi



Ecco le 5 regole d'oro da seguire per mantenere sane le nostre articolazioni:

Con dei piccoli accorgimenti è possibile avere uno stile di vita qualitativamente migliore, bastano poche regole:

- alimentazione sana: un'alimentazione varia ed equilibrata è fondamentale per la nostra salute e, oltre ad incidere sul benessere psico-fisico, previene l'insorgenza di malattie a livello articolare. Il nostro organismo necessita di tutti i tipi di nutrienti per funzionare correttamente: molto indicati sono tutti i cereali integrali, pesce, frutta e verdura di stagione, olio extra vergine d'oliva, legumi, frutti di bosco.

- movimento: una regolare attività fisica aumenta i benefici di una sana alimentazione, contribuendo a migliorare la qualità della vita. È importante anche correggere posture scorrette ed evitare carichi eccessivi e ripetuti sulle articolazioni.

- cosa evitare: alimenti di origine animale (latte, uova, carni) vanno assunti non di frequente, così come cereali raffinati quali pasta e pane bianco, pizze e dolciumi. Sono da evitare anche tutte le attività a forte impatto sulle articolazioni.

- campanelli d'allarme: non bisogna mai sottovalutare i primi segnali che potrebbero rivelare possibili problemi articolari. Stanchezza eccessiva, difficoltà motorie, articolazioni che scricchiolano e dolori articolari sono solo alcuni dei campanelli d'allarme da tenere in considerazione.

- sovrappeso: una scorretta alimentazione è causa di sovrappeso, che spesso porta a conseguenze critiche quali infiammazioni frequenti, aumento del carico sulle articolazioni, alterazione del metabolismo. È fondamentale prestare attenzione alla propria alimentazione onde evitare seri problemi a tendini ed articolazioni.