Gli integratori per la menopausa fanno bene?

A cosa servono gli integratori per la menopausa? In che modo agiscono? Sono davvero efficaci? Ecco tutte le risposte.

 

Come agiscono gli integratori per la menopausa 

Superati i 50 anni il corpo della donna subisce dei profondi cambiamenti. L'organismo è meno efficiente nella trasformazione dei principi nutritivi in energia, il sistema immunitario è meno reattivo, aumenta il fabbisogno di vitamine e altri nutrienti. 

La donna si sente meno vitale, più stanca, ha bisogno di più tempo per recuperare. In questo periodo diminuisce la quantità di estrogeni e di progesterone, il ciclo piano piano scompare e si verificano fastidi a livello fisico come palpitazioni, tachicardia, vampate di calore, eccessiva sudorazione e a livello psicologico: irritabilità, affaticamento, ansia, difficoltà di concentrazione. Arrivare preparate a questo momento e affrontarlo al meglio è possibile se si assumono degli integratori per la menopausa

5 consigli per affrontare la menopausa 

Arrivare preparate al periodo della menopausa può rendere meno fastidiosi i sintomi a questa associati. Ecco alcune buone abitudini di vita che devono iniziare sin da giovani:

1. Mangiare sano e molti cibi freschi
2. Bere tanto per idratare l'organismo
3. Fare attività fisica
4. Evitare fumo e alcol 
5. Assumere integratori multivitaminici nei periodi di maggiore stress. 

Il ruolo di fitoprogestinici e fitoestrogeni 

L'interruzione della produzione di estrogeni e progesterone è alla base dei disturbi in menopausa. Per aiutare il fisico ad affrontare il cambiamento e alleviare i fastidiosi sintomi di questo periodo, si possono assumere integratori per la menopausa. 

Non tutti i prodotti in commercio sono validi allo stesso modo, alcuni sono utili a riequilibrare solo il livello di estrogeni, ma non quello del progesterone. Ecco perché è fondamentale leggere bene l'etichetta e scegliere un prodotto che possa lavorare per un riequilibrio ormonale completo

La lista degli ingredienti viene riportata in ordine di maggiore concentrazione: l'integratore perfetto contiene sia estrogeni che progesterone derivato da fonti naturali come fitoprogestinici e fitoestrogeni. Una pianta che contiene fitoestrogeni è per esempio il trifoglio rosso

Come scegliere gli integratori per la menopausa? 

L'organismo in menopausa ha poi bisogno di integrare vitamine e minerali essenziali, non solo per affrontare l'invecchiamento, ma anche per prevenire l'osteoporosi. Parliamo dei benefici che derivano dalla vitamina D, dal calcio, magnesio, ma anche C, E, K e B6, zinco, selenio. Tra gli integratori per la menopausa consigliati troviamo: 

- L’integratore FLAVOselect in compresse, contribuisce al contrasto dei disturbi della menopausa. Contiene anche il luppolo che favorisce il sonno e il rilassamento in caso di stress. Tra i principi attivi troviamo anche la soia da cui si ottiene un estratto ricco di isoflavoni che metabolizzato dalla flora batterica intestinale crea potenti fitoestrogeni in grado di regolare positivamente i recettori degli estrogeni. 

 - L’integratore Estromineral Serena in compresse è a base di isoflavoni di soia, fermenti lattici,  vitamina D3, magnolia, magnesio, calcio ed è specifico per la donna in menopausa. Gli isoflavoni estratti dai semi di soia sono delle sostanze che presentando una struttura simile agli estrogeni. Estromineral Serena è adattogeno contro gli stress psichici e fisici, rasserena l’umore, previene stati di ansia e depressione e migliora la qualità del sonno.

- L'integratore PausaVital compresse contiene soia e trifoglio rosso che risultano utili nei disturbi delle menopausa e luppolo che favorisce il rilassamento. 

- L'integratore PausaVamp in capsule contiene luppolo che favorisce il rilassamento e la cimicifuga racemosa che contrasta i disturbi della menopausa e del ciclo mestruale.