Camminare fa bene, tutti i benefici di una regolare attivitą fisica

La vita frenetica e gli impegni giornalieri spesso ci sovrastano e non riusciamo mai a ritagliare un po' di tempo per noi stessi. Hai mai pensato quanto fa bene camminare?

 

Sono molte le ricerche che confermano che camminare è la migliore ginnastica per restare in forma perché allena il nostro cuore e tonifica i nostri muscoli. Correre o camminare è un’attività che possiamo fare dappertutto, perché non è necessario avere attrezzature particolari né recarsi in luoghi specifici; anche le limitazioni Covid permettono di fare delle passeggiate o corse all’aria aperta in prossimità della nostra abitazione.

Quanto camminare al giorno?

I benefici di camminare almeno mezz'ora ogni due  giorni all'aria aperta, meglio se in mezzo alla natura, ci aiuta a prevenire non solo problemi alle articolazioni, all'apparato cardiovascolare o problemi polmonari, ma riduce anche il rischio di diabete perché accelera il nostro metabolismo.

Camminare per dimagrire?

Questo può risultare molto utile per quei soggetti con qualche chilo in più che hanno bisogno di dimagrire, perché l'attività fisica, effettuata con una adeguata velocità e tenendo sotto controllo la frequenza cardiaca, aiuta a consumare calorie e bruciare i grassi accumulati, favorendo la perdita di peso, specialmente se abbinata ad una sana alimentazione.

Mantenere una buona forma fisica ad ogni età.

Qualsiasi siano le vostre condizioni fisiche, in generale si ritiene che l'attività fisica moderata abbia un effetto positivo sui mitocondri, organuli cellulari a forma di bastoncello presenti nel citoplasma delle nostre cellule e sede delle reazioni di respirazione e produzione di energia della cellula. Sembra infatti che, pur non incrementando il contenuto di DNA mitocondriale, l'attività fisica moderata comporti un aumento delle creste dei mitocondri. Ne consegue una maggiore superficie della membrana interna delle creste mitocondriali e una aumentata capacità enzimatica per le ossidazioni fosforilative e quindi una maggiore capacità di produzione di energia (ATP) ricavata dai nutrienti contenuti nei cibi, che vengono così smaltiti più velocemente evitandone l'accumulo.

L'attività fisica, per quelle che sono le possibilità in base alle soggettive condizioni fisiche, è consigliata anche all'anziano per prevenire quello che sta diventando un problema in crescita nella società occidentale ovvero la progressiva perdita di massa muscolare che prende il nome di sarcopenia, che innesca nell'anziano una progressiva fragilità. In questo caso, per prevenirne l'insorgenza, è consigliabile l'integrazione con prodotti ricchi di proteine che sono essenziali nell'anziano per limitare lo sfibramento muscolare.

Inoltre, camminare all'aria aperta, preferibilmente con scarpe comode, mette di buon umore perché la mente è più leggera, distrae dagli impegni quotidiani e permette di concentrarci su noi stessi dando spazio a nuove idee.

Al contrario, la troppa sedentarietà e la mancanza di esercizio fisico possono portare a dolori alla schiena, metabolismo lento e problemi articolari. Quindi, una buona prevenzione, ma anche una buona abitudine, potrebbe essere quella di camminare per andare al lavoro magari allungando il tragitto abituale o parcheggiare la macchina abbastanza lontana così da permettere di fare due passi in più.

Per concludere, i vantaggi di una passeggiata giornaliera sono innumerevoli e ritagliarsi un po' di tempo per camminare allunga la vita.

 

Ecco i prodotti consigliati da FarmaciaItalia:

 

- Meritene Mobilis: Integratore completo per muscoli, ossa e articolazioni.

- Meritene Proactive: Integratore per la salute dei muscoli e delle ossa

- Proteine Everyday: Mix completo da 5 fonti proteiche ad alta digeribilità

- Proteine Vitality: Proteine del siero del latte concentrate ad alta digeribilità

- Amminoacidi essenziali: 11 amminoacidi essenziali per il sostegno quotidiano, ideale per chi ha difficoltà digestive, adatto a vegetariani e vegani.


Dott.Dario