Allergie di ottobre: come mettere KO i pollini autunnali

Scopri come affronatre le allergie di ottobre
Ecco come comportarsi quando i sintomi delle allergie di ottobre si fanno sentire

 

Rimedi per combattere i sintomi delle allergie di ottobre

Anche l'autunno, insieme alla primavera, è una stagione difficile per le persone che soffrono di allergie causate dai pollini. Starnuti e occhi arrossati sono due dei sintomi più comuni che affliggono milioni di italiani. Le allergie di ottobre sono però diverse rispetto a quelle di qualche decennio fa: se un tempo bastava prendere come riferimento il calendario dei pollini per capire da quali specie difendersi, oggi dobbiamo tenere conto dei cambiamenti climatici, che hanno fatto saltare l'equilibro della natura. Ci sono poi spore e muffe che possono arrivare anche alla viglia dell'inverno. Tutto questo non rende di certo semplice la vita agli allergici! 

Cause delle allergie autunnali

Le piante, che producono pollini in autunno, sono diverse e variano a seconda delle varie zone d'Italia. Ecco alcune delle allergie di ottobre più comuni:

 - La fioritura delle parietarie: al centro Sud e in tutto il Mediterraneo, a minacciare gli allergici è la parietaria che appartiene alla famiglia delle Urticacee. Questa pianta fiorisce da febbraio fino a ottobre, ma in Sicilia la troviamo tutto l'anno. Invece, al nord Italia arriva decrescendo fino alla fine dell'estate, quindi in queste zone non è tra le cause delle allergie di ottobre.

 - Le graminacee: codolina, bambagiona, gramigna, erba canina, paleo dei parati che fioriscono da aprile a fine ottobre.

 - Le composite: crisantemo, ambrosia, dalia, girasole, dente di leone, margherita fioriscono da metà luglio a metà ottobre al sud e nelle isole.

 - Il cambiamento climatico: secondo recenti studi, l’alterazione delle temperature farà in modo che alcune piante, come l'ambrosia, aumenteranno nei prossimi decenni. Di conseguenza aumenterà a livello mondiale anche il livello dei pollini nell'aria: parliamo di un incremento di circa quattro volte quello attuale. 

Come combattere le allergie di ottobre

Per evitare le allergie di ottobre, il primo consiglio è di evitare il più possibile di esporsi al contatto con i pollini. Infatti, ci sono una serie di accortezze e di comportamenti preventivi che possono aiutare gli allergici, come:

 - Se la concentrazione nell'aria è elevata, meglio evitare di andare al parco e stare di più a casa con le finestre chiuse.

 - Anche la pulizia approfondita aiuta molto. Se soffri di allergie ai pollini devi passare spesso l'aspirapolvere, preferibilmente uno dotato di filtri specifici che si possono sostituire o lavare.

 - Evita di fumare o di stare vicino ai fumatori per evitare irritazioni al rivestimento mucoso del naso. In casa usa un deumidificatore.

 - Non stendere i panni fuori per evitare si riempiano di pollini e togli i tappeti da casa.

In soccorso di chi soffre di allergie, ci sono dei validi prodotti che possono essere di aiuto per alleviare i sintomi delle allergie: per esempio, l'integratore Allergy Plus in capsule agli Estratti Vegetali, che favorisce le naturali difese dell'organismo; il collirio Levoreact che allevia i sintomi delle congiuntiviti allergiche. Un’altra valida alternativa è offerta dal gel Sanispira che riesce a intrappolare pollini, polveri e acari presenti nell'aria e responsabili della rinite allergica riducendone l'inalazione. Sono facili da indossare e non ostacolano la respirazione. Infine, anche lo spray Rinazina è utile per il trattamento a breve termine della rinite allergica donando un rapido sollievo dai sintomi.
Contattaci per avere maggiori informazioni sui prodotti utili per combattere le allergie!