Bruciore e stomaco gonfio dopo i pasti? 6 buone abitudini per le feste

Stomaco gonfio dopo i pasti? Ecco cosa fare
Rimedi utili per alleviare il fastidio dello stomaco gonfio dopo i pasti

 

Maratone natalizie: come evitare lo stomaco gonfio dopo i pasti 

Il Natale ormai sta arrivando e con lui tornano le maratone dei pranzi e dei cenoni in famiglia, che mettono a dura prova il nostro benessere. Fra pietanze condite, spumante, pandori e tozzetti, la cattiva digestione e la tensione gastrica sono due delle principali conseguenze delle scorpacciate natalizie. Il problema è molto diffuso durante le festività: sono infatti moltissime le persone che lamentano di avere lo stomaco gonfio dopo i pasti

Tuttavia anziché intervenire sugli effetti dei fastidi gastrici, come bruciore, gonfiore o pesantezza, è consigliabile prevenire l'insorgere dei malesseri attenendosi ad alcune regole alimentari e imparando a conoscere sé stessi e gli alimenti che si tollerano di meno. 

6 abitudini per prevenire la pancia gonfia dopo aver mangiato (tanto!) 

Rinunciare ai piaceri della tavola durante le festività è molto difficile. Tuttavia è bene adottare delle misure di sicurezza per tutelare il nostro stomaco e favorire una buona digestione. Ecco quindi una guida su alcune buone abitudini da adottare a tavola: 

1. A tavola con calma

Lo stomaco gonfio dopo i pasti si previene mangiando con calma, senza nervosismi e senza andare di fretta, evitando di consumare le pietanze velocemente. Staccare la spina almeno all'ora dei pasti deve essere considerata un'esigenza salutare. 

2. No a pasti abbondanti o spuntini pesanti

Lo stomaco gonfio dopo i pasti è una delle conseguenze scontate dopo aver fatto grandi abbuffate. Meglio evitare pasti troppo abbondanti e mangiare più volte al giorno facendo però attenzione agli spuntini ricchi di cibi grassi, salati o troppo elaborati che possono causare problemi digestivi. 

3. Attenzione alla scelta degli alimenti

Alcuni alimenti, se pur sani, risultano talvolta problematici per stomaco e intestino, come per esempio: i peperoni, i cavoli, i molluschi, i funghi, i legumi. Anche i cibi integrali o ricchi di fibre possono causare disturbi se non si è abituati, quindi è consigliabile inserirli gradualmente nella dieta. 

4. Evitare bevande gassate

La regola impone di ber acqua naturale e un bicchiere di vino. La pancia gonfia dopo aver mangiato può essere causata anche dalle bevande gassate che aumentano il rischio di acidità. Quindi piano con prosecco e spumante!

5. Camminare dopo il pasto

Mai fare una pennichella dopo aver mangiato e nemmeno sedersi. Per favorire la digestione, specie dopo un pasto abbondante, bisogna camminare, anche solo per 10-15 minuti

6. Cibi che favoriscono la digestione

Alcuni alimenti possono aiutare la digestione come per esempio: finocchi, carciofi e le erbe aromatiche. Per aiutare la digestione si può anche aggiungere un pizzico di menta quando si cuoce il pesce. 

E se questo non dovesse bastare... 

Si può provare a sedare la sensazione di gonfiore e bruciore assumendo tisane digestive, una camomilla o un tè. Tra i rimedi per sgonfiare la pancia, ci sono poi dei validi prodotti a cui si può far ricorso, per esempio: 

- L’integratore azione lenitiva in tavolette da sciogliere, a base di magnesio, calcio, malva, liquirizie, camomilla, acido alginico, che favorisce il controllo dell'acidità gastrica.

- L’integratore sistema digerente, un complemento alimentare utile a contrastare i disturbi da reflusso e per regolarizzare la digestione favorendo l'azione muco protettiva.

- L’integratore con estratto di camomilla di AltaNatura in pratiche compresse. Contiene camomilla, emolliente e lenitiva sul tratto digerente, angelica e melissa per la funzione digestiva, curcuma e liquirizia per la regolarità del sistema digerente. 

Per avere maggiori informazioni sullo stomaco gonfio dopo i pasti non esitare a contattarci.