Come riconoscere uno sbalzo ormonale per ritrovare equilibrio

Ecco cos'è uno sbalzo ormonale e quali sono i sintomi più comuni

 

Cos’è uno sbalzo ormonale e perché devi prestare attenzione ai sintomi

L’attività ormonale è molto importante per il mantenimento dell’equilibrio psicofisico. Gli ormoni regolano, infatti, molti processi fisici e psicologici, in diverse fasi della vita. Sono coinvolti in funzioni vitali come la crescita, il metabolismo, il desiderio sessuale e la fertilità. Svolgono anche un ruolo sul peso corporeo, sull’umore e in tanti altri processi che per noi sono fonte di benessere.

Alla luce di questo appare evidente che uno sbalzo ormonale può portare a conseguenze capaci di compromettere la qualità della vita, causando disturbi o l’insorgenza di malattie.

7 sintomi comuni di uno sbalzo ormonale

Riconoscere i sintomi dello sbalzo ormonale è essenziale per risolvere il problema e ristabilire l’equilibrio ormonale. Ecco quali sono i più comuni:

1. L’acne persistente. Le donne durante il periodo mestruale subiscono uno sconvolgimento ormonale che può portare alla comparsa di acne. Quando però l’acne è cronico è facile che dipenda da un’alterazione ormonale degli androgeni.

2. I disturbi del sonno. Quando cala il progesterone si ha difficoltà a dormire. Il calo si verifica spesso prima del periodo mestruale o dopo un parto.

3. La fame. Se l’appetito è costante può essere legata al calo dei livelli di leptina, l’ormone che regola l’appetito.

4. Depressione e sbalzi di umore. Sintomi tipici dello sbalzo ormonale sono lo stress, la depressione, la comparsa di emozioni negative.

5. Emicrania e mal di testa. Possono insorgere per vie del carico ormonale, non è un caso che si presentino spesso durante il ciclo mestruale.

6. Problemi digestivi. Il cortisolo, l’ormone dello stress, può colpire lo stomaco causando difficoltà digestive, dolore, infiammazione e stitichezza. Pazienti che soffrono della sindrome dell’intestino irritabile presentano poi alterati livelli di serotonina.

7. Stanchezza cronica. L’ipotiroidismo, una carenza dell’ormone della tiroide, causa stanchezza cronica e anche aumento di peso.

Cosa fare per ritrovare il benessere?

Per ritrovare l’equilibrio ormonale ci sono delle buone abitudini che si possono adottare:

  • Dormire almeno 8 ore a notte.
  • Adottare una dieta alimentare sana e bilanciata che comprenda i grassi sani come gli Omega 3, che regolano i processi infiammatori, gli estrogeni e il progesterone.
  • Fare una moderata attività fisica costante.

Quando assumere gli integratori per lo sbalzo ormonale in menopausa?

In particolari periodi della vita si può poi ricorrere a prodotti specifici per regolare lo sbalzo ormonale, come per esempio durante la menopausa, dove può essere utile assumere integratori che contengono estrogeni e progesterone come:

- Lintegratore Estromineral in compresse a base di isoflavoni di soia, fermenti lattici, berberina, acido folico e vitamina D3 favorisce il mantenimento di uno stato di salute ottimale. Favorisce inoltre l’equilibrio della flora batterica intestinale, aiuta il controllo del colesterolo e dei trigliceridi plasmatici favorendo la funzionalità dell’apparato cardiovascolare.

- L’integratore Pausa Vital in compresse con soia, trifoglio rosso e luppolo contrasta i disturbi della menopausa e favorisce il rilassamento.

Contattaci per avere maggiori informazioni o consulta il catalogo online per trovare i prodotti più adatti alle tue esigenze.